domenica 21 ottobre 2012

Il funerale della Maria

Oggi 19 ottobre c’è stato il funerale della Maria, la mamma del Bociolo,
Maria la mamma, non Maria la moglie
che, siccome è testimone di Geova in chiesa non è venuta e ha aspettato fuori
e c’ha abbracciato tutti quanti all’uscita come fosse festa.
In chiesa ci siam visti e è venuto a trovarmi lui, io non ne avevo il coraggio.
Per me è stata come una seconda madre,
loro avevano la bottega di alimentari e io
e il Bociolo gli fregavamo il parmigiano nel magazzino:
ho sempre pensato che si accorgesse ma non diceva niente.
Quando mi vedeva  in questi ultimi anni mi faceva sempre una gran festa,
mi chiamava Pauline come si usa in Argentina per dire Paolino
perché loro erano stati emigranti a Mar del Plata dove Pino guidava i tram.
Al duomo sono andato in cima nel posto dove andavo da ragazzo,
quando c’avevamo i posti fissi e alla domenica mattina ci si ritrovava lì.
E' da allora che non c’andavo più,
poi è arrivato mio fratello e mi s’è messo accanto,
così ero tra lui e Gabriele, il fratello di Bongo che è prete (Gabriele è prete, non Bongo).
Mio fratello m’ha detto che ha fatto una ricerca sulla longevità dei nostri parenti
e ha stabilito che a me m’è rimasto poco per entrare nella media.
Gli ho fatto notare che nonna Ester è morta a trent’anni di parto
e lui ha detto che fa media anche lei,
"Ma allora tocca prima  alla Mirella che ha due anni più di me".
Ma lui dice che le femmine campano di più.
"Del resto un infarto l'hai già avuto, penso a tutto io, stai tranquillo,
ho già liberato il posto nella tomba di famiglia",
non è una faccenda da ridere, lui ci crede davvero e il posto l’ha fatto sul serio
e me lo aveva detto dicendo che è piena e tocca far posto
“Perché non si sa mai”.
Gabriele ha sentito tutto e s’è proposto di dire la messa solenne
“Valà Gabriè, non ti ci mettere anche tu a rompere i coglioni”
Poi è arrivato Giannicola e Gabriele glielo ha detto e lui si è proposto ad aiutarlo:
va sul pulpito a raccontare tutte le cazzate che abbiamo fatto,
così per tutto il tempo non abbiamo fatto altro che parlare del mio funerale,
c'era anche Bongo, Vincenzo, la Franca, la Vincenzina e l'Ornella
insomma fra tutti hanno detto che vogliono fare un bel funerale
e poi vanno tutti a mangiare una pizza con le acciughe e i capperi in mio onore
perché a me mi piace quella.
A quel punto è arrivato il Bociolo e ha chiesto cosa avevamo da parlare,
Vincenzo gli ha detto che andavamo a mangiare la pizza in mio onore
“Perché,cosa ha fatto?”
“Ha da morì, gliel’ha detto il fratello”
“Per l’eredità?”
“No, perché è ora”
“Cazzo allora andiamo a cena al ristorante, una ricorrenza come questa
è da coglioni festeggiarla con una pizza!”
“Bociolo, lascia perdere c’è la Maria…”
“Pà, lascia perdere te, mamma è più contenta se rido che se piango,
te bada a crepare tranquillo che al resto pensiamo noi”.
Arrivati al cimitero ho incontrato Oscaretto che m’ha chiesto che vino c’ho
“Valpolicella ripasso”
“Ma è buono?”
“Ho capito, te lo mando da mio fratello così lo senti”
“Dov’è la tomba vostra?”
“Lassù, nell’angolo a destra dell’entrata. Ma a te che ti frega?”
“M’ha detto Piriz ch’hai da morì allora m'informavo…”
“Vaffanculo Oscaretto “
Ecco, questi sono quei figli di puttana…”scusa Maria”
dei miei amici, mi voglion bene e mi faranno un bel funarale.
Sto tranquillo, intanto però ho fatto il viaggio di ritorno
guidando con una mano sola che l'altra era dabbasso.

23 commenti:

  1. Stavolta ho fregato io Rirì. Ammiro la tua grande capacità di far sorridere, questa volta piangere dal ridere, anche quando parli di eventi tristi, sapendo cogliere il lato umoristico dei fatti e delle persone, ma mantengo la promessa che ti ho detto altrove, così non devo ripetermi ;) Buona giornata e goditi la nipotina: io vado a "faticare"

    RispondiElimina
  2. Luigina mi ha spiazzato! Sono rimasta senza parole. Mi piace questo modo di raccontare...Buon inizio settimana.

    RispondiElimina
  3. Il valpolicella è il vino che preferisco! Per il resto Luigina ha già espresso le impressioni che susciti nel leggerti...ti porteremo un fiore ;)))

    Ciao Nou

    RispondiElimina
  4. No, c'hanno ripensato e Bianca non me la portano perchè ha la febbre
    e sta a casa con la madre.

    Grazie riri, sempre gentile anche senza parole
    vuol dire che comunicheremo col linguaggio dei segni

    Ciao nou, non guardare il video, mi sto toccando

    RispondiElimina
  5. Molto umoristico questo post però mi sono domandato più volte, guidando tu l'auto con una mano sola, dove stava l'altra???

    RispondiElimina
  6. Il pastore disse alla signora che gli chiedeva cosa avesse nel sacco:
    "Se c'indovina gliene do una forma"

    RispondiElimina
  7. Ciao, un buon fine settimana, ma per caso anche tu hai compiuto gli anni come me il 26/10?Allora auguri!
    ps. il linguaggio dei sogni i è più congeniale;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rirì Nucci è come il tuo Nicola: ha 2 compleanni. Credo che sarà l'argomento di uno dei suoi prossimi racconti Buon fine settimana a tutti

      Elimina
    2. Grazie ragazze mi state viziando
      continuate pure, è bellissimo.

      Elimina
    3. Veramente divertente! Massimo leggerti è un vero piacere.

      Elimina
  8. Massimo sono un po'imbranata a commentare queste versioni di blogger!
    Intanto ti lascio un saluto e visto che ho finito di studiare, mi leggerò più spesso i tuoi racconti!
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto grazie per lapresenza
      poi per l'imbranamento... si vedrà
      Ciao.

      Elimina
    2. Ciao nina, bella Barcellona?
      A me Gaudì non piace molto
      ma devo riconoscere che fa audience.
      Ciao

      Elimina
    3. Forse anche per me Gaudi è troppo! Però Barcellona mi piace, e in più era estate mentre tornata a casa ho trovato l'inverno.
      Bye

      Elimina
  9. Mi aspettavo il nuovo racconto della settimana.hai l'imbarazzo della scelta?

    RispondiElimina
  10. Ecco...uno si sveglia di malumore, fa una scappata qui mentre sorseggia il caffè e si fuma la prima siga, legge questa storia "triste" e gli torna il buon umore.
    Vorrà dire che d'ora in poi farò colazione con te.

    RispondiElimina
  11. Ricambio la visita e leggo con enorme piacere questo tuo post.
    Bello riuscire a sdrammatizzare gli eventi che verranno,
    sei fortunato ad avere degli amici così premurosi.
    Ciao

    RispondiElimina
  12. Mi è sembrato di vedere le immagini del bellissimo film con Tognazzi De Crescenzio e non ricordo il nome degli altri, mi sembra che il titolo fosse circa "Amici" . C'è anche la scena del funerale, perchè fra amici ci sta un po' tutto e sopratutto il sorriso, gli amici, secondo me sono questo, non la valle di lacrime esistente nel pensiero comune, ma lo sdramatizzare ogni cosa, tanto e lo stesso.
    Simpaticissimo racconto , quasi comico, allegro di sicuro pur nel contesto che non s'addice, ma suvvia, Maria ha di sicuro riso in compagnia (Maria la mamma).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie alessandra (con la "a" minuscola).

      Elimina
  13. :)))))))))))))))) grande! Insomma hanno già pensato tutto loro che vuoi di più? Ora non ti resta che far mettere il tutto per iscritto e farli firmare, con la clausola che l'impegno preso non avrà limiti temporali, pertanto dovranno onorarlo anche quando questo dovesse verificarsi fra 50 anni..il che tutto sommato può essere un augurio anche per loro!
    Dopo di che ..puoi anche amorevolmente fanculizzarli. :D

    Comunque incantevole racconto!

    RispondiElimina
  14. Un saluto metto pulisco carciofi:-))

    RispondiElimina
  15. Stasera , andando a ritroso ho letto questa simpatica storiella che anche se parla di funerali fa tanto sorridere. Intanto devi dire a tuo fratello, che la morte non rispetta la fila, e quindi non si sa chi parte per primo.......

    RispondiElimina
  16. FreedomPop is the first ABSOLUTELY FREE mobile communications provider.

    With voice, SMS & data plans priced at £0.00/month (100% FREE).

    RispondiElimina

Ho una gran fiducia in tutti quanti ma sono stato costretto ad aggiungere un test di verifica. Abbiate pazienza.